Com'è strutturato il Rotary

Nasce il 23 febbraio 1905 a Chicago dall’intuizione di un giovane Avvocato - Paul Harris – che presentò a 3 suoi amici (un commerciante di carbone, un ingegnere minerario ed un sarto) l’idea di un nuovo tipo di CLUB capace di raggruppare persone in rappresentanza delle varie attività economiche e professionali presenti nelle comunità locali.
Fu denominato “Rotary”, dal momento che i primi incontri si svolgevano tenute a rotazione negli uffici dei Soci e nei diversi locali pubblici di Chicago.
Il Club divenne uno spaccato della città dove ogni Socio rappresentava una professione o un’attività diversa dalle altre: tra i primi banchieri, panettieri, idraulici, avvocati, pastori di culto, commercianti; per ognuno l’essere scelto tra i migliori rappresentanti del proprio settore divenne un vero e proprio privilegio!
I Soci si dedicarono alla promozione di iniziative e attività di carattere sociale, sia nell’ambito delle loro rispettive comunità che in un raggio d’intervento che divenne sempre più ampio.
Il secondo dei Club rotariani fu fondato nel 1908 a San Francisco e da lì ebbe inizio un intensa attività di diffusione, varcando i confini americani tanto che nel 1921 i Rotary Club erano presenti nei sei continenti.
Nel 1910 ebbe luogo a Chicago la prima Convention internazionale con la redazione dell’Atto Costitutivo e dello Statuto, dando vita alla nascita di un organizzazione mondiale che nel 1922 adottò ufficialmente il nome di Rotary International (R.I.).

Post popolari in questo blog

Passaggio della Campana 1 luglio 2017

SEMINARIO SULLA DROGA: DIFFUSIONE E DIPENDENZA TRA I GIOVANI